Watson, l'ambasciatore dell'intelligenza artificiale

Il sistema di AI di IBM macina dati in maniera instancabile, risolve problemi pratici di città, aziende, pianeti

 Watson, il sistema di intelligenza artificiale sviluppato da IBM, non ama passerelle e tappeti rossi. Gli addetti ai lavori non lo mettono in prima linea, Deep Blue di Google è più intelligente, più chic. Watson non parla con slogan e voli pindarici, parla con i fatti. Macina dati in maniera instancabile, risolve problemi pratici di città, aziende, pianeti. Trova le risposte (in linguaggio naturale) a infinite domande e, maniche virtuali rimboccati, negli anni è diventato una sorta di simbolo dell'intelligenza artificiale applicata alla vita di tutti i giorni, dai semafori al genoma, dall'abbigliamento alle reti elettriche. Per presentare Watson, quello che è diventato e quello che sa fare, allora facciamo parlare un po' di questi fatti. Eccoli

Ibm Watson agli Us Open: vortice di dati simultanei per un'esperienza senza precedenti

Nel 2016 Ibm Watson ha debuttato agli Us Open, quarto e ultimo dei tornei del Grande Slam. Il sistema è stato introdotto all'interno dell'app ufficiale del torneo, con il discovery tool che ha consentito agli appassionati del torneo di porre domande con un linguaggio 'umano' e di ricevere risposte in tempo reale. Gli spettatori hanno potuto richiedere informazioni su trasporto, cibo, servizi, strutture e su tutto quello di cui hanno avuto bisogno mentre si aggiravano tra i campi del prestigioso evento sportivo.

Obiettivo raggiunto grazie alla capacità dell'intelligenza artificiale di poter guardare tutte i match simultaneamente e di aver tutte le informazioni relative all'organizzazione del torneo, logistica inclusa.

Grazie alle capacità di apprendimento automatico di Watson, l'app ha imparato dalle interazioni con gli utenti, riuscendo a migliorare le proprie risposte con il tempo.

L'esperienza è stata arricchita e rilanciata nell'ultima edizione degli Us Open. Gli spettatori hanno potuto verificare punteggi e statistiche in tempo reale, e guardare video con i momenti più significativi sulle piattaforme supportate da Watson. Il sistema SlamTracker ha fornito analisi delle partite, mentre l'app del torneo con Watson's Conversation API, ha consentito il già testato servizio domanda e risposta, su informazioni di tipo logistiche. Il Cognitive Concierge, nell'edizione del 2017, ha aggiunto alla app nuove funzionalità rendendola in grado di rispondere a una più ampia gamma di domande. Watson ha inoltre guardato e ascoltato tutte le sfide, riuscendo a quantificare il numero dei presenti, l'entusiasmo e a identificare i momenti più emozionanti delle partite.

Ibm Watson supporta BlocPower, nel migliorare l'efficienza energetica di New York

BlocPower è la startup americana che si occupa di offrire soluzioni a imprese e amministrazioni per ridurre il consumo energetico, abbattendone la dispersione. Per identificare le cause di dispersione dell’energia, il team di data scientist di BlocPower presente nella sede di New York ha cominciato a utilizzare IBM Data Science Experience, un sistema costituito da un insieme di applicazioni che garantiscono analisi dei dati in tempo reale e ad alte prestazioni. Attraverso questo sistema, BlocPower è in grado di importare tutti i dati sul consumo di energia in kw di ogni singolo edificio, dati che sono poi comparati con il livello medio di efficienza energetica.

Debutto ai Grammy: foto e look ai raggi x per costruire Fashion Dashboard

All'ultima edizione dei Grammy, gli Oscar della musica, Watson ha passato al setaccio foto e look delle star. Il sistema è stato cos" in grado di memorizzare informazioni su abiti, accessori e su tutti i dettagli degli outfit esibiti dalle celebrità per l'occasione. Sulla base dei dati incamerati in un archivio, IBM lancerà Fashion Dashboard, uno strumento con cui sarà possibile confrontare i look dell'edizione 2018 con quelli degli anni precedenti.

Progetto Genoma

Ibm è anche corsa a sostegno del Progetto genoma mettendo la propria intelligenza artificiale a disposizione di medici e ospedali. Watson ha incamerato circa 10.000 articoli scientifici e centinaia di studi scientifici che mese per mese vengono prodotti. In questo modo il personale medico può inserire nel database i sintomi manifestati dal paziente e il sistema procede alla selezione degli articoli che citano le manifestazioni cliniche ricercate. Un confronto che a un medico richiederebbe diverse settimane di lavoro. Questa collaborazione aiuterà a migliorare la medicina di precisione e a trovare le indicazioni terapeutiche in tempi ridotti.

Watson batte tutti a Jeopardy

Nel 2011 l'intelligenza artificiale targata Ibm ha partecipato a Jeopardy, uno dei quiz televisivi americani più seguiti, battendo tutti i concorrenti 'umani'. In questo caso, l'intelligenza informatica si è servita di DeepQa, un sistema informatico in grado di rispondere direttamente e con precisione a domande relative a un vasto settore di conoscenze. Il software aveva un archivio con 200 milioni di pagine, una ram di 15 Terabyte e aveva la capacità di comprendere il linguaggio umano. In una prima fase del gioco il sistema ha impiegato due ore per rispondere a una sola domanda, me nel corso dei tre giorni di gara è stato potenziato fino al punto di battere i campioni storici del quiz, Brad Rutter e Ken Jennings.

"The North Face" e la ricerca dell'abbigliamento perfetto

Il noto brand di abbigliamento North Face ha collaborato con IBM Watson per raccogliere informazioni sui gusti dei propri clienti e aiutarli nella scelta del capo perfetto. L'azienda chiederà ai clienti dove e quando useranno un particolare capo e che tipo di attività dovrebbero svolgere indossandolo. Combinando le informazioni ricevute sarà in grado orientare il cliente nella ricerca.

Macy's Nel luglio del 2016, Macy's - i grandi magazzini Usa - hanno annunciato di aver cominciato a testare "Macy's on call", un nuovo dispositivo mobile in cui i clienti possono fare domande sui prodotti dello store, i servizi e le strutture dove sono disponibili. In cambio, riceveranno risposte pertinenti personalizzate. I dati archiviati dal sistema comprendono le informazioni logistiche, le caratteristiche e la disponibilità dei prodotti ma essendo Watson dotato anche della capacità di apprendimento automatico, la piattaforma diventa progressivamente più precisa per effetto dei feedback dei consumatori.